1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Salmezzi

Cognome: Salmezzi

Dossier: 10417
Nobiltà: Nobili
Nobili in: Italia (Lombardia)
Anteprima araldica della famiglia: in: Italiano

Anteprima araldica della famiglia: Salmezzi

Corona nobiliare SalmezziFamiglia di antica e nobile tradizione, originaria della Lombardia. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. Il Litta nelle sua opera " Famiglie celebri italiane in foglio, e con lui gli autori concordemente, essere questa una nobile famiglia Lombarda. Nei primi decenni del 1100 in seguito ad un accordo, le quattro classi nobili e cittadine milanesi dei visconti, dei capitani ,dei valvassori (subfeudatari) e dei militi del popolo, costituirono, retto da consoli, il Comune Signorile di Milano che sottraendosi poco a poco alla giursdizione del vescovo separò nettamente i due poteri ecclesiastico e civile. Le famiglie cittadine erano in gran parte di ceto popolare e provenienti dalla società della Motta ch'ebbe vita sin dal 1036 in opposizione alla nobiltà. Tra queste il Guasco di Bisio elenca questa famiglia che si trasferì in ...

Continua

Stemma della famiglia: Salmezzi

Stemma  della famiglia Salmezzi

1 Blasone della famiglia Salmezzi

Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

D'azzurro, alla fascia d'argento, accompagnata in capo da un giglio dello stesso, ed in punta da un pettine d'oro, posto in fascia.

Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Vai al Catalogo

Non vi è futuro senza passato
Consegna alla memoria storica il nome della tua famiglia
Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:
Email:

Ricerca Cognome


Heraldrys Institute of Rome on Facebook