1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Zozza

Cognome: Zozza

Dossier: 878313
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Nobili
Nobili in: Italia


Traccia araldica :
Zozza

Acquista

Corona nobiliare ZozzaAntica e nobile famiglia, originaria della Lombardia, con residenza nella città di Bergamo. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nel nome medioevale "Bozo", ovvero la modificazione in volgare del cognomen latino "Butius", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Inoltre, tal casato, in ogni epoca, sempre si diede lustro, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Carlo Maria, consigliere ducale, vivente nel 1449, in Milano; Marco, cancelliere di Casa Sforza, vivente in Milano, nel 1453; cav. Antonio, dottore in "utroque jure", vivente in Lodi, nel 1489; P. Cristiano, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Bergamo, nel 1532; cav. Manfredi, architetto ed urbanista, vivente in Lodi, nel 1578; Gio. Battista, vicentino, filosofo e medico, vivente nel 1583; Nicola, protomedico, vivente in Pavia, nel 1612; Ruperto, vice-capitano del distretto di Lodi, vivente nel 1656; Vito, dottore in ...
Continua

Blasone Zozza

Stemma della famiglia Zozza

Stemma della famiglia

Partito; a destra d'azzurro, al mezzo giglio d'oro uscente dalla partizione; a sinistra d'azzurro, a tre bande di rosso.

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Non vi è futuro senza passato
Consegna alla memoria storica il nome della tua famiglia

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook